Brixton Street Art: nel Sud di Londra sognando Banksy

Brixton è uno dei quartieri periferici di Londra e si trova a Sud della città. Facilmente raggiungibile con la Victoria line e con decine di bus, questa zona nasconde un piccolo segreto quando si parla di street art. E si, è legato a Banksy!

https://www.spreaker.com/show/4815334/episodes/feed

Brixton Street Art: da dove iniziare

Brixton è un quartiere inglese che lascia veramente senza parole: camminare per le vie di questa zona permette di comprendere realmente la differenza tra una zona turistica ed una zona vissuta di Londra. Per farti capire: io ero l’unico italiano in giro per Brixton e non ho incrociato nessun altro turista.

Si tratta di un quartiere che già negli anni 80 era caratterizzato da una forte immigrazione, diventata più stabile oggi grazie alle nuove generazioni. L’influenza giamaicana per le vie di Brixton è evidente, così come quella sud americana. Inoltre il quartiere è stato per anni, fino ai primi anni 90, tra i più problematici di Londra (Nel video su YouTube ci sono alcune spiegazioni in più a riguardo).

Nonostante ciò, camminare per Brixton è bellissimo poiché rappresenta perfettamente quella tipologia di città londinese distante dal caos cittadino, con piccole corti, case vittoriane a schiera tutte uguali, grandi prati verdi, chiese, negozi di quartiere e pochissimi palazzi.

Veniamo quindi alla street art di Brixton: dove potrai vedere le opere più belle? Eccoti accontentato/a

Brixton Hill: Mr Cenz e non solo

Brixton Hill è l’arteria principale del quartiere e che lo percorre interamente da Nord a Sud terminando poi in altri quartieri. Proprio in diverse vie che si affacciano su Brixton Hill si possono trovare alcune delle opere di street art più belle della città.

Ad esempio in Arodene Road si incontra una vecchia opera del 2015 di Tizer, ancora ben mantenuta e realizzata per un evento che si svolge a Brixton annualmente e dedicato all’arte urbana. Nella parte centrale è possibile riconoscere il lettering del suo nome mentre sui lati sono rappresentate due figure femminili.

Poco più avanti in Josephine Ave è presente un muro di Mr Cenz, artista britannico il cui stile è spettacolare, molto piacevole all’occhio e di forte impatto. L’artista, che da oltre 20 anni lavora sui muri, definisce il suo stile come funk spaziale cosmico. Proseguendo per la via si incontrano anche alcuni lettering interessanti, ma in continuo cambiamento.

David Bowie ed il suo memoriale

In Tunstall Road, a pochi passi da Brixton Road, si trova uno dei muri più importanti della città: si tratta di una rappresentazione del volto di David Bowie, diventata talmente iconica da essere stata ricoperta da un vetro.

L’artista Jimmy C, famoso a Londra per le sue opere che richiamano il concetto di puntinismo, ma eseguito con lo spray (una sorta di pittura a goccia), è stato realizzato nel 2013 per omaggiare il famoso artista nato a Brixton e quindi rafforzarne il legame. Dopo la morte di Bowie questo muro è diventato un vero e proprio mausoleo: fan da tutto il mondo, di passaggio a Londra, si recano presso il muro per scattare una foto o lasciare dei fiori.

Dreph ed i suoi murales

Tra le vie di Brixton è facile incontrare muri di grande dimensioni rappresentanti dei volti o delle figure a tre quarti in stile realista. Si tratta delle opere di Dreph, artista londinese che da anni dipinge per le vie del quartiere regalando opere fortemente collegate alla comunità. Le radici sono importanti per Dreph e per questo motivo tra i suoi obiettivi c’è sempre quello di rappresentare i cosidetti “invisibili” narrando visivamente le storie degli eroi di quartiere, sconosciuti ai più, ma fondamentali per lo sviluppo della comunità.

Alcune delle sue opere sono facilmente riconoscibili attraversando Pope’s Road come “What’s Going On”, dedicato al 50° anniversario dell’album di Marvin Gaye, ed il muro dedicato a Michael John, eroe di quartiere (Purtroppo entrambi i muri sono leggermente rovinati oggi). E’ poi possibile incrociare, sempre camminando nelle traverse di Pope’s Road altri suoi muri, come quello dedicato a Jimmy Rogers e le Brixton Topcats, allenatore della squadra di basket femminile di quartiere.

Il muralismo a Brixton negli anni 80

Per le vie di Brixton è anche possibile incrociare alcuni dei murales più vecchi di tutta Londra. Non parlo di muri del 2010 o del 2005, ma parliamo di muri del 1980, praticamente preistoria quando si parla di street art.

Infatti negli anni 80, tra le vie di Brixton, era presente già un forte movimento di muralismo urbano ed oggi grazie alla London Mural Preservation Society quasi tutti sono stati mappati ed in parte anche recuperati.

Alcuni esempi sono “Big Splash” in Glenelg Road oppure “Nuclear Dawn” in Coldharbour Lane (Quest’ultimo a mio parare uno dei muri più belli di Londra per il suo significato, lo stile e l’età). Altri si possono trovare semplicemente camminando per il quartiere tra Stockwell Park Road, Belle fields Road e Lyham Road.

Stockwell Lane: tra writing e skatepark

Spostandosi poi leggermente verso Stockwell, la zona più a nord di Brixton, si incappa in un vecchio skatepark ancora oggi frequentato da giovani e meno giovani e soprattutto in Stockwell Lane, una delle hall of fame più famose di Brixton. Qui il ricambio di muri è continuo, ma posso assicurarti che c’è davvero una buona quantità di lettering da studiare: se sei appassionato di writing è il luogo da vedere.

E Banksy? Anche lui è passato da Brixton

A Brixton sono stati presenti ben 2 opere di Banksy: Insecurity System e Thug for Life, datati rispettivamente 2004 e 2002. Il muro dove sorgevano queste due opere oggi esiste ancora e si trova di fronte alla Academy, peccato che sia stato imbiancato nel 2005 e sia diventato uno spazio per macchine esterne per il condizionamento d’aria!


Iscrivi alla newsletter e rimani sempre aggiornat*


Ogni articolo che trovi su questo sito è stato scritto esclusivamente con scopo informativo e divulgativo. L'obiettivo è documentare ciò che accade per le strade delle città e fornire degli strumenti per poter comprendere un fenomeno urbano presente in tutto il mondo. Per nessun motivo questo sito incentiva al vandalismo o all'illegalità: ogni attività al di fuori della legge è fortemente condannata dai creatori di disagian.it e sconsigliata.

ARTICOLI BELLI (FORSE)

RIMANIAMO IN CONTATTO
Quando saranno le prossime mostre? Cosa succede nel mondo della street art e dei graffiti? Una volta al mese riceverai un resoconto GRATUITAMENTE
RIMANIAMO IN CONTATTO