Street art a Seregno - disagian

Street art a Seregno

Street Art Viaggi Urbani
on
2 Giugno 2022

Seregno è una città molto conosciuta per chi è cresciuto nelle zone Nord di Milano e negli ultimi anni, complice anche una amministrazione molto giovane, è iniziato un piano di investimento che vede la street art al primo posto.

Seregno comunque non è nuova a queste iniziative: alcuni writer appartenenti a crew brianzole mi hanno raccontato che circa una quindicina di anni fa sono stati organizzati diversi eventi dedicati alle arti urbane, ma nel tempo questa cosa è diventata sempre meno usuale.

Seregno mappa della street art

Vediamo rapidamente dove è possibile incrociare le opere di street art più interessanti di Seregno: ti premetto già che non sarà possibile organizzare un itinerario a piedi poiché alcune opere sono veramente distanti l’una dall’altra.

Piazza Mercato e la passerella

Uno degli interventi più recenti di rigenerazione urbana (ed in parte anche di abbellimento perchè bisogna essere onesti, sempre meglio del classico “grigio cemento”) è quello attuato presso Piazza Mercato e la passerella ciclopedonale che permette di attraversare Via allo Stadio. Piccola nota, bisogna ringraziare Gelsia per aver dato vita ad un progetto molto interessante.

Qui potrai vedere due strutture totalmente dipinte da un artista (e writer) che è abbastanza conosciuto in Brianza: Viperhaze. Il suo stile è inconfondibile: utilizza forme e colori in modo pazzesco.

Spostandoti poi verso la passerella potrai trovare la firma di altri writer, i più riconoscibile secondo me sono ShineRoyale e Neve.

Via Cavour / Via Dante: il Caravaggio di Ravo

Ravo Mattoni è un writer e street artist le cui opere oggi sono invidiate in tutta Italia: l’artista si è infatti specializzato nella riproduzione su grande parate delle opere del Caravaggio.

A Seregno, su una parete che si affaccia su via Cavour, Ravo ha riprodotto l’opera “I Musici”, un omaggio a Seregno, città della musica: è inutile dire il tutto è di grandissimo impatto.

Ravo-Seregno-Street-Art

Piazza Risorgimento: il Dante di Neve

In Piazza Risorgimento, una delle più frequentate sia di giorno che di notte, qualche mese fa è apparsa una nuova opera di street art in onore di Dante Aligheri. Anche in questo caso l’opera è collegata alla musica: è proprio in questa piazza infatti che nell’estate 2021 la Filarmonica Ettore Pozzoli accompagnata da un coro e dalla narrazione di Adriana Bagnoli ha portato in scena una trasposizione musicale della Divina Commedia.

Il muro è opera di Neve, artista italiano appartenente alla crew Int.55, già noto a Seregno per l’intervento sopra citato presso la passerella ciclopedonale.

Seregno-Neve-Dante

Sottopasso tra via Magenta e via Solferino: Sonda

Presso il sottopasso ferroviario di via Magenta potrai vedere l’intervento da parte dello street artist Cristian Sonda che ha richiesto davvero molto tempo e che probabilmente è tra le opere più interessanti in Brianza.

Sulle pareti del sottopasso, quelle esterne e quelle delle scale è rappresentato graficamente un vecchio libro di Gianni Rodari, La Freccia Azzurra: ci vorranno una ventina di minuti per osservare bene tutte le pareti quindi prenditi il tuo tempo.

Vicolo Pozzo: Capo.Bianco

L’ultima opera ad essere stata realizzata a Seregno si trova su un edificio in Vicolo Pozzo ed anche in questo caso uno dei focus principali è la musica.

Lo stile della street artist Chiara Capobianco è allo stesso tempo semplice e complicato: osservandolo l’opera tutto sembra semplice, ma basta seguire le linee per perdersi all’interno della stessa.

Biblioteca Civica di Seregno: Urban Solid

Se conosci il duo artistico Urban Solid, devi assolutamente recarti alla Biblioteca Civica per poter vedere la loro installazione “Adamo ed Eva”. Non è nulla di nuovo, questa coppia è stata spesso installata per le vie di Milano, ma è davvero difficile poterne vedere una da vicino ed in perfetto stato.

Writing a Seregno

Ci sono alcuni luoghi a Seregno che da oltre 15 anni sono frequentati da writer della vecchia scuola, ma anche da giovani aspiranti “graffitari” (termine orribile, ma ogni tanto devo cambiare). Ecco le zone da visitare se sei alla ricerca di qualcosa di più puro, insomma di vero writing anzichè la classica street art.

Via Fratelli Dandolo: la hall of fame di Seregno

Un muro lungo qualche centinaio di metri considerato da tempo la hall of fame di Seregno: qui molto spesso vengono organizzate jam dai ragazzi della zona (e non) ed i pezzo vengono rinnovati.

Purtroppo i muri si scrostano facilmente, ma questa cosa li rende più interessanti poiché si riesce a capire quanti strati di vernice negli anni si sono andati a sovrapporre.

Potrei citare decine di nomi di writer italiani e non che hanno lavorato su questi muri, ma ti conviene passarci ed osservare con i tuoi occhi.

Via Fiume e Via Comina

Questa zona industriale di Seregno è un piccolo tesoro: qui infatti sono ancora ben visibili muri del 2010. Probabilmente si tratta di una delle prime zone frequentate dai writer seregnesi poiché perfettamente nascosta e poco frequentata di notte. Inoltre i muri grigi delle aziende sono perfetti per i lettering.

Skatepark

Come spesso succede (non disco sempre, ma nel 90% dei casi) dove c’è uno skatepark è facile trovare muri dipinti e così è anche a Seregno.

Nei pressi dello skatepark ci sono ancora dei vecchi muri dipinti che, se sei proprio appassionato di arte urbana, dovresti andare a vedere!

TAGS
RELATED POSTS
disagian
MIlano

Ciao sono Gianluigi, ma per qualche motivo la gente mi chiama Gianluca. Viaggio alla ricerca di street art e graffiti, bevo caffè e birre nelle zone più urbane delle città e ti racconto tutto questo sembrando un vero professionista. Odio le candele e non credo negli ombrelli, ma la sintesi della mia vita disagiata è il fatto che mi piacciono le mele, ma sono allergico alle mele.

Iscrivi alla newsletter!
Consigli su cosa leggere, cosa vedere, dove viaggiare ed un piccolo resoconto su ciò che è successo nel mondo dell'arte urbana. Una volta al mese, se mi ricordo
ISCRIVITI
Cliccando su ISCRIVITI accetti di ricevere la newsletter di disagian (Leggi l'informativa completa)
No, grazie
Newsletterismi?
Se ami la street art, fidati, ne vale la pena!
ISCRIVITI
Cliccando su ISCRIVITI accetti di ricevere la newsletter di disagian (Leggi l'informativa completa)
No, grazie