Blu: street art che fa riflettere | disagian

Blu: street art che fa riflettere

Street Art
on
1 Luglio 2019
Tempo di lettura 2 minuti

Blu è uno street artist italiano di cui oggi non si conosce la reale identità. Attivo da fine anni 90, grazie ad uno stile ben riconoscibile ed alle sue metafore di denuncia, l’artista Blu oggi è considerato come uno degli street artist più conosciuti ed influenti in circolazione.

1) Blu artista: brevemente la sua storia

Blu inizia a farsi conoscere negli ultimi anni 90 con una serie di graffiti a Bologna: città fortemente orientata politicamente e dove negli anni lascerà più volte la sua firma. Possiamo parlare quasi di un Blu writer.

Negli anni successivi il suo stile prende sempre più forma: dietro il sarcasmo nasconde perfettamente messaggi di protesta e riflessione.

Blu-Street-Art---Milano---Soluzione-al-traffico
Soluzione al traffico di Milano – Blu in zona Lambrate (Oggi rovinato)

In 20 anni di attività, Blu viaggia per il mondo dipingendo ovunque sia possibile: Sud America, Nord America, Europa, Palestina. In Italia sono diverse le città in cui ancora oggi alcuni dei suoi wall sono perfettamente conservati come Bologna, Roma, Milano, Napoli, Catania.

Blu-Street-Art---Rog-Slovenia
ROG – Slovenia – La pistola di BLU

2) Blu: street art animation

Lo ricordo come se fosse ieri. Ho scoperto Blu grazie a Youtube circa 10 anni fa. Oltre alla street art ed i graffiti, Blu ha portato avanti una serie di progetti di animazione street molto interessanti.

Il perfetto connubio tra il blu street artist e le prime forme serie di condivisioni digital.

3) Blu a Bologna: no alla privatizzazione

La street art di Blu è sempre stata legata alla strada ed al territorio.

Pensare che alcuni dei suoi puoi grandi wall si trovano in edifici occupati o centri sociali può rendere l’idea di quanto siano forti i messaggi che cerca di condividere.

L’obiettivo di Blu è sempre stato quello di lasciare la propria arte libera, fruibile a chiunque.

Per questo motivo nel 2016 ha fatto scalpore l’azione di cancellazione organizzata a Bologna: per evitare che la street art di Blu venisse strappata dai muri ed inserita nella mostra Street Art – Banksy & Co, su richiesta dell’artista diversi collettivi hanno distrutto le sue opere

Quale è la differenza tra graffiti e street art?
Ve lo spiego (o almeno ci provo) in questo post

4) Murales di Blu: dove?

Cercherò di aggiornare la pagina con i nuovi wall tempestivamente

2019

  • Firenze – Mondeggi
  • Roma – Palestra Occupata Quarticciolo

2018

  • Roma – Rebibbia, titolo: Capita
  • Valencia – La Punta

2017

  • Roma – Pigneto-Prenestino Ex Fabbrica SNIA
  • Vitoria-Gasteiz – Errekaleor
  • Campobasso – San Giovanni, titolo: La Cuccagna
  • Atene – Navarinou Park

2016

  • Bergamo – Celadina
  • Catania – Librino
  • Porto Torres
  • Ljubljana – ROG

2015

  • Roma – Ponte Mammolo
  • Roma – Rebibbia
  • Torino – Chimonte
  • Lecce – Via Birago
  • Campobasso – Via Marche
  • Monaco di Baviera – Karl- Ecke Luisenstrasse

2014

  • Roma – Porto Fluviale
  • Roma – San Basilio
  • Caltanissetta – Niscemi

2013

  • Messina – Teatro Pinelli
  • Caltanissetta – Niscemi
  • Roma – Alexis

2012

  • Roma – Ex Cinodromo zona Ponte Marconi
  • Bari – Scuola Socrates Occupata

2011

  • Valencia – Ciudad Vieja
  • Campobasso – Stazione Dei Pullman
  • Le Grottaglie
  • Jesi

5) Blu contatti

Blu writer sito ufficiale: https://blublu.org
Pagina Facebook: BLU
Profilo Instagram: BLU

TAGS
RELATED POSTS
disagian
MIlano

Ciao sono Gianluigi, ma la gente persiste nel chiamarmi Gianluca. Ho sempre viaggiato con l'obiettivo di farlo per passione e non per lavoro. Mi muovo alla ricerca di street art e bevo caffè e birrette nelle zone più urban delle città. Ho qualche match su Tinder, odio le candele e non credo negli ombrelli.

TI PIACE LA
STREET ART?
SCOPRI I MIEI VIAGGI SU
INSTAGRAM
SEGUIMI!