Street art a Trezzano sul Naviglio: Urban Giants Festival - disagian

Street art a Trezzano sul Naviglio: Urban Giants Festival

Street Art Urban Travel
on
25 Marzo 2021

Vi ho condiviso in un post qualche settimana fa la mia guida sulla street art a Milano, ma anche nei comuni della provincia meneghina ci sono muri da scoprire. E che muri!

A Trezzano sul Naviglio, a Sud-Ovest di Milano, da qualche anno si svolge uno degli eventi più interessanti per quanto riguarda la street art ed il writing: URBAN GIANTS FESTIVAL

Se sei amante di street art e graffiti writing, perchè non organizzare una gita fuori porta ed andare a vedere alcuni dei muri più belli a pochi passi da Milano.

Mappa dei muri di Trezzano Sul Naviglio

Il comune di Trezzano Sul Naviglio non è grandissimo ed è come spezzato in due dalla linea ferroviaria: da una parte la zona più industriale e commerciale, dall’altra quella più signorile che si affaccia sul naviglio. Gran parte dei muri sono raggiungibili a piedi, ma con uno skateboard od una bicicletta tutto diventa più facile.

Ultimo consiglio: evitate assolutamente Agosto e le ore più calde… e portatevi dietro sempre un antizanzare, per qualche motivo mi hanno sempre mangiato!

Stazione dei treni di Trezzano Sul Naviglio

Le stazioni sono storicamente dei luoghi simbolici per il writing e quella di Trezzano sul Naviglio non è sicuramente da meno. Sui muri interni della stazione, in attesa del vostro treno oppure subito dopo esserne scesi, potrete ammirare alcuni muri risalenti alla prima edizione del festival. Il più interessante, dove magari farvi una foto ricordo, è quello dedicato proprio all’evento Urban Giants.

Street-art-alla-stazione-dei-treni-di-Trezzano-Sul-Naviglio---Urban-Giants

Zona industriale Trezzano Sul Naviglio (Vicino Stazione)

Come scritto nelle righe precedenti, la stazione divide il comune in due ed è proprio dalla parte della zona dei magazzini industriali che inizia il bello. Qui, sui muri di due magazzini che si estendono per più di 1000 metri quadrati, si possono trovare opere di street art e writing di artisti provenienti da tutte le zone italiane. Ho fatto un calcolo, parliamo di circa 800 metri di muri da vedere, insomma un paradiso.

Si tratta di una delle zone che durante il festival viene coperta e successivamente ricoperta con nuove opere, quindi passarci ogni tanto non è un male. Oggi sono visibili i muri dell’edizione del 2019, tra questi troverete: Art Of Sool, Asur, Barok, Web3, Zero, Cheone, Cheris, Gera1, Pongo, Paolo Psiko, Snake, Tackel Zero, Weik e molti altri (Purtroppo non ricordo tutti i nomi).

Di seguito qualche foto, ma fate attenzione: solo quelle con tonalità blu sono recenti, le altre corrispondono ad eventi precedenti.

Istituto Comprensivo Franceschi

Per dirla in maniera più semplice, la scuola. Su tutti i muri dell’istituto, partendo dalle singole aule fino ad arrivare alle palestre, potrete trovare street art e writing a non finire. Possiamo dire che più o meno il tutto è diviso e ben definito: sui muri della scuola c’è maggiormente street art, sulla barriera che divide la linea ferroviaria dal giardino troverete writing.

Qui avrete modo di vedere alcuni dei muri secondo me più belli oggi a Trezzano Sul Naviglio, grazie anche al fatto che si parla di altezze importanti. Una delle cose interessanti è che non tutti i muri qui sono coperti annualmente, alcuni resistono perchè hanno un significato importante, come il muro di Manu Invisible e Frode dedicato all’articolo 639 del codice penale.

Qui potrete trovare muri di Beps, Blef, Mr.Blob, Brain Mash, Daste, Entics, Frode, LosMetzican, Mate, MrPollo, Rosk&Loste, Sef, Mr.Wany, Prosa e tantissimi altri nomi che purtroppo al momento non ricordo.

Le cabine elettriche

A pochi metri dalla scuola, facendo una camminata, è possibile imbattersi in alcune cabine elettriche che negli anni sono state dipinte da diversi nomi. Una si trova proprio a qualche decina di metri dall’ingresso della scuola, la seconda invece è nei pressi dell’autolavaggio/benzinaio a circa 500 metri. Una terza è visibile vicino a Via Flavio Gioia.

In foto le due dipinte da Vim (con il suo classico squalo) e Rame13.

Il sottopasso

Il sottopasso nei pressi di Via Plebiscito (Viale Cristoforo Colombo) è uno degli spot che preferisco: nascosto, non vicinissimo… diciamo che dovrete avere proprio voglia di andare a vederlo. Si tratta di un muro di medie dimensioni che spesso viene aggiornato dagli artisti del luogo, per lo più writer. In questo momento è presente un murale per il lancio dell’album di Jamil (Rap Is Back), ma precedentemente storicamente è sempre stato pieno di tag e lettering.

Rap-Is-Back-Jamil

Oratorio Maria Ausiliatrice

Nascosto all’interno dell’oratorio di Maria Ausiliatrice di Trezzano Sul Naviglio potrete trovare uno dei muri più grandi del comune, ben 100 metri quadri (e quindi non è che sia così nascosto).

Come sfondo al campo da calcio dell’oratorio, il duo olandese Karsky e Beyond, ha dipinto un murale dedicato alla natura raffigurando una bambina (la cui coda ricorda la bandiera olandese) alle prese con un gatto affiancata ad alcuni frutti della terra e fiori. Che dire, un muro che rilassa gli occhi e rende il tutto più bello.

La cosa particolare è che questo muro è visibile dal Naviglio, quindi camminando lungo il fiume potrete scorgerlo alle spalle della porta del campo da calcio.

Trezzano-Oratorio-Street-Art

Lo stadio in viale Europa

Infine per i veri appassionati del genere, in viale Europa, presso lo stadio di Trezzano Sul Naviglio, è possibile vedere alcuni muri appartenente ad una piccola Hall Of Fame della zona. Il graffiti writing qui la fa da padrona anche se non mancano dei puppet.

Altre zone più nascoste a Trezzano sul Naviglio

Ci sono altre zone, leggermente più nascoste, dove è possibile vedere qualche vecchio muro a Trezzano sul Naviglio, ma le consiglio solo alle persone più impavide anche perchè non sono facilissime da raggiungere e soprattutto i muri sono vecchi.

Tra le varie vie mi sento di consigliare Via Flavio Gioia, dove la barriera ferroviaria sembra quasi infinita e verso la fine della vita, nei pressi del campetto da basket, ci sono anche delle piccole sorprese. Altro incrocio da tenere d’occhio, ma qui dovrete proprio impegnarvi, è quello tra Viale Indipendenza e Via Benedetto Croce.

Cosa è Urban Giants

Urban Giants è il nome de un festival dedicato a graffiti writing, street art ed altro ancora (ballo, canto, sport) a cui partecipano artisti provenienti da tutto il mondo. Si tratta a tutti gli effetti di uno degli eventi dedicati all’arte urbana più grande d’Italia e che nasce nel 2018 grazie anche all’impegno dell’associazione culturale We Run The Streets.

Dopo i primi anni dedicati all’organizzazione del Meeting Of Styles a Milano (Per chi non lo sapesse, si tratta di uno degli eventi dedicati al graffiti writing più importanti al mondo), l’associazione si è impegnata per iniziare a dar vita ad un festival che fosse “fatto in casa” e che potesse quindi essere considerato made in italy.

L’evento nelle sue due edizioni (2018 e 2019) è durato 3 giorni: in queste giornate ad ogni artista è assegnato uno spazio su cui lavorare. Sempre con il dovuto rispetto, è possibile parlare ed interagire con gli artisti all’opera, magari facendo qualche domanda sullo stile, sugli strumenti, sul soggetto, ma sempre ringraziando per la disponibilità!

L’associazione We Run The Streets

Alle spalle di quasi la tutte le opere di street art che potrete trovare a Trezzano sul Naviglio c’è l’associazione culturale We Run The Streets fondata nel 2014 da un colletivo di writer ed artisti della zona sud di Milano. L’associazione si muove davvero bene all’interno del mondo dell’arte urbana e negli ultimi anni, oltre ad aver vinto diversi bandi, è stata spesso chiamata in causa per decorare e riqualificare diverse zone di Milano come ad esempio via San Cristoforo e via Pesto.

Dove si svolge Urban Giants

Urban Giants Festival nelle sue ultime edizioni si è svolto all’interno del comune di Trezzano Sul Naviglio, così si spera rimarrà nei prossimi anni, ma nel caso seguiranno aggiornamenti.

Come raggiungere il festival Urban Giants? (Trezzano Sul Naviglio)

Principalmente la soluzione più rapida è quella di utilizzare le linee ferroviarie di Trenord: fermano alla stazione di Trezzano Sul Naviglio la S9 e l’R31.

Altrimenti è possibile raggiungere il comune affiancando in bicicletta il Naviglio, partendo da San Cristoforo, passando per Corsico e raggiungendo infine Trezzano Sul Naviglio.

Infine, per chi vuole raggiungere la zona in auto, vi consiglio di inserire questo indirizzo per parcheggiare: Via Eugenio Curiel, parcheggio della stazione.

TAGS
RELATED POSTS
disagian
MIlano

Ciao sono Gianluigi, ma la gente persiste nel chiamarmi Gianluca. Ho sempre viaggiato con l'obiettivo di farlo per passione e non per lavoro. Mi muovo alla ricerca di street art e bevo caffè e birrette nelle zone più urban delle città. Ho qualche match su Tinder, odio le candele e non credo negli ombrelli.

Un viaggio all'interno di street art, writing ed arte urbana
Ascolta il mio podcast
VAI AL PODCAST
Street art, Writing ed Arte Urbana
Ascolta Disagismi Urbani
VAI AL PODCAST
Iscrivi alla newsletter!
Consigli su cosa leggere, cosa vedere, dove viaggiare ed un piccolo resoconto su ciò che è successo nel mondo dell'arte urbana. Una volta al mese, se mi ricordo
ISCRIVITI
Cliccando su ISCRIVITI accetti di ricevere la newsletter di disagian (Leggi l'informativa completa)
No, grazie
Newsletterismi?
Se ami la street art, fidati, ne vale la pena!
ISCRIVITI
Cliccando su ISCRIVITI accetti di ricevere la newsletter di disagian (Leggi l'informativa completa)
No, grazie
TI PIACE LA
STREET ART?
SCOPRI I MURI CHE HO FOTOGRAFATO VIAGGIANDO
INSTAGRAM
TI PIACE LA
STREET ART?
SCOPRI I MURI CHE HO FOTOGRAFATO VIAGGIANDO
INSTAGRAM