Tirana street art: guida urbana alla città albanese

Tirana è la città albanese che più mi ha colpito: qui l’arte urbana negli ultimi anni sta esplodendo grazie ad alcuni artisti locali ed un festival che è riuscito a portare in Albania alcuni artisti di fama internazionale.

La città di Tirana è la più popolosa di tutta l’Albania ed è anche quella che più si avvicina alle capitali europee: una città molto sprint, con nuovi edificio con design innovativi e quartieri giovani in costruzione che si contrappongono alle vecchie case semi distrutte in periferia.

Quali sono le migliori opere di street art a Tirana? Dove si trovano? Troverai tutto in questo articolo!

DISAGISMI URBANI, il podcast dedicato a street art, writing ed arte urbana. In ogni puntata affronto un argomento specifico cercando di rispondere ad alcune delle domande che ha raccolto negli ultimi 10 anni di viaggi alla ricerca di street art e graffiti writing ed incontri con artisti

Street art a Tirana: cosa vedere?

Faccio una premessa: la quantità di muri sparsi per la città di Tirana è davvero alta; nonostante si stia sviluppando da solo 4 anni questa tipologia di arte, il numero di murales sparsi per le vie della città è impressionante. Perché premetto questa cosa? Perché non basteranno due giorni per vedere tutti i muri anche alla luce della difficoltà di muoversi tra i vari quartieri (e non perché i mezzi pubblici non funzionino bene, ma per il traffico e la lentezza).

La maggior parte delle opere che potrai vedere sui muri dei vecchi edifici sono nate grazie al MurAL Fest, evento di street art ed arte in generale che nelle edizioni del 2018, 2019, 2021 e 2022 è riuscito a portare a Tirana artisti da tutto il mondo.

Il festival è organizzato da due realtà molto interessanti: Dekori, punto di riferimento a Tirana per la riqualificazione ed il decoro cittadino, e 167b street, associazione leccese nota per le sue attività ed interventi di arte urbana in Puglia. Il curatore delle ultime edizioni è Helidon Haliti, che non saprei come descrivere se non come un personaggio unico nel suo genere, in grado di parlare diverse lingue, iperattivo, sempre pronto ad aiutare.

Street-Art-Tirana-Centro-Citta-4

Proprio Helidon mi ha spiegato quanto sia difficile muoversi tra le vie di Tirana poichè non tutti gli incroci hanno un nome ed i navigatori non hanno delle mappe aggiornate. Per questo motivo, nelle edizioni del MurAL Fest da lui curate, ha deciso di focalizzare le opere sempre su una zona/quartiere così da rendere più facile la ricerca delle stesse.

Ecco di seguito alcuni degli street artist che hanno lavorato a Tirana ed i corrispettivi muri che secondo me devi assolutamente vedere:

Chekos | Blloku / Parisit

Chekos’ è uno degli artisti italiani più attivi sul territorio albanese. Sono diversi i muri da lui ideati nelle varie edizioni del festival, ma sicuramente il più bello è quello che si trova indicativamente in Rruga Sami Frasheri 15

Tirana-Street-Art-Chekos

Theic Licuado | Blloku / Parisit

Theic è un artista uruguayo che fa parte del duo artistico Licuado. Invitato per l’edizione 2018, l’artista ha voluto rappresentare un’immagine femminile dal titolo “Nena, Mother“. Punto di riferimento per vedere questo muro è Rruga Komuna e Parisit 1001

Tirana-Street-Art-Theic-Licuado-Nena

Gera1 | Blloku / Parisit

Gera è un artista greco, di origine ateniese, che lavora sui muri mescolando i colori e creando immagini che sembrano spaccare la superficie. La sua “Serena” rappresenta un’artista di origine albanese, oggi con sede in Grecia, che da anni non riesce a tornare nella propria città. Con questo muri Gera ha voluto omaggiare la ragazza permettendole di “tornare” a casa. Punto di riferimento per il muro Rruga Grigor Heba

Tirana-Street-Art-Gera1-Serena

Davide DPA | Centro

Davide DPA è uno street artist conosciuto per i suoi calligraffiti. Le sue opere sono un perfetto mix tra muralismo, graffitie poesia di strada. Il titolo dell’opera di Davide DPA è “The value of connecting“. Questo muro non è facilissimo da trovare: come punto di riferimento puoi provare Rruga Shyqyri Bërxolli

Tirana-Street-Art-Davide-DPA

Artez | Centro

Artez è un artista serbo attivo da anni nel mondo dei graffiti writing con lo pseudonimo di Skillz. I suoi muri sono caratterizzati da tratti che richiamano il fotorealismo uniti all’illustrazione classica. La sua opera dal titolo “Do Not Judge” si trova in Rruga Myslym Shyri 2-1 e rappresenta un vecchio uomo trasportare sulle sue spalle una bicicletta. L’osservatore più attento potrà notare dei dettagli che cambieranno totalmente il significato del muro a priva vista.

Tirana-Street-Art-Artez-Do-Not-Judge

Solo & Diamond | 21 Dhjetori

Il duo romano Solo e Diamond di cui vi ho parlato in questo articolo ha partecipato all’edizione nel 2019 dando vita ad un’opera dal titolo “I have to go” in cui i loro stili si bilanciano perfettamente. Puoi trovare il muro in un angolo di Rruga Muhamet Gjollesha

Tirana-Street-Art-Solo-Diamond-I-Have-To-Go

Giacometti | 21 Dhjetori

Nel suo muro Manuel Giacometti ha rappresentato due soggetti presenti spesso nelle sue opere. “Love is key” è infatti una delle tante opere dell’artista che porta nel mondo un messaggio d’amore grazie ai due innamorati. Puoi trovare il muro in un angolo di Rruga Muhamet Gjollesha (Dalla parte opposta rispetto a Solo e Diamond)

Manuel-Giacometti-picture-Tirana
Love is Key – Pic by Manuel Giacometti

Case Maclaim | Pazari I Ri

Il muro dell’arista tedesco fa parte dell’edizione 2021 del MurAL Fest. Andreas von Chrzanowski pitta graffiti dal 1995 e come altri artisti, nell’ultime decennio ha affinato la propria arte creando la Ma’Claim Crew ed avvicinandosi sempre più a rappresentazioni iperrealistiche. L’opera dal titolo “Mother’s Care” si trova in Rruga Urani Pano

Tirana-Street-Art-Case-Maclaim-Mothers-Care

Bogdan Scutaru | Blloku / Parisit

Bogdan Scutaru è un artista rumeno che vive e studia in Danimarca. L’opera, dal titolo “Monaliza“, è la rappresentazione del pensiero dell’artista rispetto all’Albania: i balli popolari, le fiabe, i costumi e la tradizione albanese vengono allegoricamente trasposti in una dea dai capelli rossi ed il viso magnifico.

Tirana-Street-Art-Bogdan-Scutaru-Monaliza

Fabian Bane Florin | Tirana e Re / Selitë

Bane è un muralista svizzero conosciuto in tutto il mondo per le sue opere iperrealiste. Il suo muro, dal titolo “Perception 2.0” è la trasposizione su muro di una composizione creata allo stesso artista precedentemente tramite fotografia. Ammetto che questo è stato il motivo che mi ha spinto a visitare Tirana. Il muro si trova in una zona periferica della città appartenente alla vecchia Tirana, per scovarlo prendi come punto di riferimento il Diplomat Hotel.

Tirana-Street-Art-Fabian-Bane-Florin-Perception-2.0

Pablo Astrain | Tirana e Re / Selitë

Pablo Astrain è un muralista spagnolo abile nell’utilizzo della pennellata. Le sue immagini infatti non sono mai definite alla perfezione, ma sembrano muoversi grazie alla sua tecnica compositiva. Il muro si trova in una zona periferica della città appartenente alla vecchia Tirana, per scovarlo prendi come punto di riferimento il Diplomat Hotel

Tirana-Street-Art-Pablo-Astrain

NoeCor | Tirana e Re / Selitë

NoeCor è una giovane artista uruguaya che ha partecipata all’ultima edizione del festival MurAL Art ed ha raccontato come, durante la creazione del suo muro, continuamente le donne del quartiere le passavano vicino e le parlavano albanese dando vita ad una comunicazione senza senso, che però giovava a tutti. Il muro si trova in Rruga Aleks Buda

Tirana-Street-Art-NoeCor

Zabou | Tirana e Re / Selitë

Zabou è una artista francese che da anni vive e lavora a Londra. Da diversi anni viaggia per il mondo diffondendo la sua arte sui muri rimanendo sempre fedele al territorio in cui si trova: Zabou parla e conosce le persone del luogo, sceglie un soggetto e le sensazioni che ha provato e crea una fotografia che poi trasporta con il suo realismo sui muri. L’opera “Angie” che raffigura una donna e fotografa del luogo le cui opere hanno colpito Zabou per la forte espressività malinconica si trova nelle vicinanze di Rruga Aleks Buda

Tirana-Street-Art-Zabou-Angie

Zane Prater | Tirana e Re / Selitë

Artista originario di Denver (CO), Zane Prater vive e lavora da diversi anni a Barcellona dove si è laureato all’accademia d’arte. Anche lui si è fatto aiutare ed ispirare da Angel, autoctona e fotografa del luogo dando vita alla sua opera “Birds of prayer” situata nelle vicinanze di Rruga Aleks Buda

Tirana-Street-Art-Zane-Prater-Birds-Of-Prayer

Franko Dine nozione di merito

Franko Dine è un nome che non puoi non conoscere se desideri visitare Tirana e conoscerne la street art. Si tratta dello street artist più famoso d’Albania ed è anche merito suo se oggi l’arte urbana si sta diffondendo così tanto a Tirana.

Franko Dine è nato a Vlora ed ha circa 30 anni oggi, ma dipinge da quando ne ha 16: non c’era ai tempi una grande cultura di writing in Albania quindi grazie ad internet è riuscito a vedere online i primi pezzi e provare ad imitarli.

Appassionatosi ai muri ha deciso di iscriversi all’Accademia d’arte di Tirana per poi scoprire che non esisteva un corso sui graffiti writing: da qui la decisione di iniziare a studiare design.

Vivere a Tirana gli ha comunque permesso di studiare ogni singolo angolo della città e di iniziare a modificare il suo stile, iniziando a rappresentare i problemi che la città stava vivendo e che spesso non erano visibili agli occhi di tutti come la povertà e l’alto numero di orfani.

Le sue opere oggi sono rappresentazioni molto emotive, malinconiche, ma anche positive: riescono davvero a trasmettere le sensazioni di chi è cresciuto in Albania.

Altra street art e graffiti a Tirana

I muri di cui ho parlato sopra sono solo una piccolissima parte della street art diffusa tra le vie di Tirana, ma sono secondo me quelli per cui vale la pena sbattersi un po’. Tanti degli artisti sopra citati hanno lavorato sui muri della città anche al di fuori del festival ed in diverse annate, basterà camminare e curiosare in giro per trovare qualche chicca.

Tra i muri che sono riuscito a scovare, ci sono due chicche di The London Police che risalgono al 2010 affiancate da opere di Peachbeach, Morcky, Chaz ed altri artisti.

Oltre a questo, una grandissima sorpresa è stata quella di ritrovarmi davanti, dal nulla, un muro gigantesco di Mario Jin e Prosa: non avevo assolutamente idea del loro lavoro mi è preso un colpo e mi è salita la presa bene perché mi gasa sempre quando vedo muri di writer ed artisti che ho avuto modo di conoscere di persona

Street-Art-Tirana-Mario-Jin-Prosa

Lascio infine una carrellata di opere di street art che non ho citato, ma che sono comunque spettacolari!

ARTICOLI BELLI (FORSE)

Iscrivi alla newsletter!
Consigli su cosa leggere, cosa vedere, dove viaggiare ed un piccolo resoconto su ciò che è successo nel mondo dell'arte urbana. Una volta al mese, se mi ricordo
ISCRIVITI
Cliccando su ISCRIVITI accetti di ricevere la newsletter di disagian (Leggi l'informativa completa)
No, grazie
Newsletterismi?
Se ami la street art, fidati, ne vale la pena!
ISCRIVITI
Cliccando su ISCRIVITI accetti di ricevere la newsletter di disagian (Leggi l'informativa completa)
No, grazie