La tag Julio 204 perché è importante? - disagian

La tag Julio 204 perché è importante?

Graffiti Writing
on
19 Dicembre 2021

Di Julio204 non si conosce molto, ma una cosa è certa: si tratta di una figura che ha avuto grandissima importanza nell’evoluzione del movimento del graffiti writing dagli anni ’70 ad oggi.

Di lui sappiamo poco, infatti la sua storia è intrisa di mistero e possiamo basarci solo su vecchi ricordi ed informazioni raccolte dai primi writer (o tagger) di Manhattan recuperabili all’interno di interviste o libri.

La domanda che sorge spontanea però è: perchè Julio204 è così importante se di lui si conosce poco? Questo articolo nasce proprio con l’idea di dare una risposta a questa domanda.

Chi era Julio204

Le informazioni su Julio non sono molte e spesso sono imprecise.

Basandomi su quello che sono riuscito a raccogliere tra libri ed interviste, ciò che sappiamo è che Julio era un ragazzo Colombiano o Portoricano, cresciuto tra le vie del quartiere Inwood, nella zona più a Nord di Manhattan.

Alcune fonti raccontano che Julio204 facesse parte di una banda criminale del Bronx, i Savage Skulls, ma non esiste ufficialità riguardo questo punto: certo è che se così fosse, sarebbe chiaro chi o cosa ha influenzato il giovane Julio a lasciare la propria firma sui muri del suo quartiere (Ricorda sempre che le bande marcavano il territorio scrivendo il proprio nome sui muri dei quartieri).

La sua carriera da writer o tagger durò comunque poco, meno di 5 anni: arrestato nei primi anni ’70 per vandalismo, decise di smettere e sparì totalmente dalle strada lasciando spazio ai nuovi nomi, uno fra tutti Taki 183. Ad oggi non sono state raccolte ulteriori testimonianze riguardo Julio204.

Se cerchi informazioni su Taki 183, ti invito a leggere il mio articolo su di lui a questo link: TAKI183 la graffiti tag che diede vita a tutto.

Tag-Julio204

La tag Julio 204

Il giovane Julio inizia a scrivere il proprio nome per le vie del suo quartiere nella seconda metà degli anni ’60, ma si accorge presto che il solo nome JULIO era troppo semplice e non generava la giusta attenzione: quindi decide di aggiungere 204, cioè il numero della via in cui vive, così da far capire agli osservatori chi fosse la persona che stava lasciando quella tag in giro per Inwood.

Alcuni writer hanno raccontato che l’idea di aggiungere il 204 derivasse in parte per differenziarsi ed in parte per fare colpo sulle ragazze del quartiere.

La tag Julio204 appare prima sulle base dei semafori e successivamente sui muri: oggi questa cosa può sembrare banale, ma in quegli anni non lo era affatto.

Julio-204-Tag

Fu Phil T Greek fu uno dei primi ad accorgersi di queste scritte sui muri tra il 67 ed il 68 e lo fece notare ai suoi amici, tra cui Taki183: non furono la qualità delle lettere o della scrittura a colpire questi ragazzi, ma fu il fatto che la scritta Julio204 era unica, era qualcosa di nuovo e di diverso, apparso dal nulla, e vedere quelle parole su un muro pulito catturò sicuramente la loro attenzione.

Inizialmente questi giovani ragazzi, che poi divennero Phil T Greek, Taki183 e Greg69, pensavano si trattasse di un messaggio in codice per avvisare che qualcosa sarebbe successo il 20 Luglio alle 4, ma quando si resero conto che l’intero quartiere era invaso da scritte, capirono che dietro tutto quel lavoro doveva per forza esserci una persona.

Sempre Phil T Greek in un’intervista ha raccontato che la Columbia University verso la fine degli anni ’60 aveva dipinto una C gigantesca su una roccia che si affacciava sull’Harlem River e per cuorisità con un amico decisero di andare in cima a quella roccia. Lì notò la scritta Julio204: “Questo ragazzo è dappertutto!” e dopo aver pensato queste parole decise anche lui di iniziare a taggare il suo quartiere.

C-columbia

Perchè Julio204 è importante per la storia del graffiti writing?

In ordine cronologico, Julio204 non è stato il primo writer: quando le prime tag del giovane di Inwood apparvero nel suo quartiere c’era già chi lasciava il proprio nome sui muri di Filadelfia (Cornbread).

Questo, però, non sminuisce l’importanza che Julio ha avuto nella storia del graffiti writing.

Taki183, considerato uno dei primi writer e tra i padri del movimento, ha espressamente dichiarato di essere stato influenzato da Julio204: se lui non avesse iniziato a taggare il suo quartiere, forse Taki183 non avrebbe iniziato a fare la stessa cosa e non sarebbe stato intervistato dal New York Times.

Probabilmente, in un modo o nell’altro, il graffiti writing sarebbe comunque esploso, ma Julio204 è stato involontariamente uno dei precursori.

Anzi, per usare un termine contemporaneo che forse a lui non piacerà, ma spero non lo venga mai a sapere: un vero e proprio influencer.

Julio-204-Tag-2
TAGS
RELATED POSTS
disagian
MIlano

Ciao sono Gianluigi, ma la gente persiste nel chiamarmi Gianluca. Ho sempre viaggiato con l'obiettivo di farlo per passione e non per lavoro. Mi muovo alla ricerca di street art e bevo caffè e birrette nelle zone più urban delle città. Ho qualche match su Tinder, odio le candele e non credo negli ombrelli.

Un viaggio all'interno di street art, writing ed arte urbana
Ascolta il mio podcast
VAI AL PODCAST
Street art, Writing ed Arte Urbana
Ascolta Disagismi Urbani
VAI AL PODCAST
Iscrivi alla newsletter!
Consigli su cosa leggere, cosa vedere, dove viaggiare ed un piccolo resoconto su ciò che è successo nel mondo dell'arte urbana. Una volta al mese, se mi ricordo
ISCRIVITI
Cliccando su ISCRIVITI accetti di ricevere la newsletter di disagian (Leggi l'informativa completa)
No, grazie
Newsletterismi?
Se ami la street art, fidati, ne vale la pena!
ISCRIVITI
Cliccando su ISCRIVITI accetti di ricevere la newsletter di disagian (Leggi l'informativa completa)
No, grazie
TI PIACE LA
STREET ART?
SCOPRI I MURI CHE HO FOTOGRAFATO VIAGGIANDO
INSTAGRAM
TI PIACE LA
STREET ART?
SCOPRI I MURI CHE HO FOTOGRAFATO VIAGGIANDO
INSTAGRAM